CASALVECCHIO SICULO

Chiesa dei S.S.Pietro e Paolo 

La chiesa dei S.S.Pietro e Paolo è un piccolo gioiello dell’arte arabo-normanna, costruita sulle sponde di un fiume che un tempo fu essenziale per la vita di tutti gli abitanti della zona.

Sorge nella valle del fiume d’Agrò, dalla remota antichità essa fu sede di una intensa attività agricola.

La valle dell’ Agrò fu colonizzata sin dai tempi dei Fenici proprio per la sua fertilità e la sua posizione strategica, luogo di collegamento tra la costa ionica e quella tirrenica della Sicilia.

Greci, Romani e soprattutto Bizantini continuarono ad occupare la valle anche per motivi militari.

La costruzione dell’abbazia arabo-normanna di San Pietro e Paolo risale al periodo dell’occupazione normanna della Sicilia.

Fu per volere del Gran Conte Ruggero II d’Altavilla che si edificò il monastero, sui resti di un preesistente edificio.

La costruzione unisce in sé l’idea della torre difensiva e della chiesa.

Essa fonde vari stili architettonici poiché fu costruita in collaborazione tra artigiani di culture diverse. Riunisce elementi nordici come il verticalismo, bizantini come le decorazioni, arabi con l’idea di tridimensionalità e la forma delle cupole.

La struttura di chiesa-fortezza con merlatura è tipica dell’epoca normanna e la ritroviamo in tanti edifici risalenti a quell’ epoca.

È la particolare policromia delle cornici architettoniche che già da lontano attira lo sguardo di chi si inerpica lungo l’alveo del fiume Agrò, ma da vicino la chiesa fortezza stupisce ancora di più.

L’arco del portale principale comprende vari conci di calcare, lava e mattoni.

La muratura esterna è interamente percorsa da una decorazione ad archi ciechi intrecciati: sui fianchi delle navate laterali si susseguono archi leggermente acuti.

Sui muri della navata centrale, invece,  vi è l’interposizione di un arco semi circolare inserito tra due leggermente acuti.

L’intero edificio ha il suo protagonista indiscusso nel mattone,  posizionato in tutti modi possibili per creare disegni di varia forma che corrono lungo tutte le pareti della chiesa.

Ogni visitatore della costa ionica siciliana non dovrebbe perdere l’occasione di ammirare questo prezioso e incomparabile esempio di architettura arabo – bizantino – normanna.

Map