ACIREALE

Cattedrale di Acireale 

La cattedrale di Acireale,  dedicata alla Ss. Maria Assunta, è il risultato di vari stili architettonici succedutisi nei secoli, in particolare nel Settecento e nell’ Ottocento.

Fu edificata verso il XVI secolo e, considerando le varie modifiche, completata nel 1889.

La chiesa è a croce latina, a tre navate e, dopo l’erezione della diocesi, è congiunta dal 1874 con un cavalcavia al Palazzo vescovile a nord, progettato dall’architetto Carlo Cocuccio.

Il complesso della cattedrale, del palazzo vescovile, degli edifici ecclesiastici su via Genuardi e loro corti interne costituiscono una vera e propria cittadella.

Di notevole pregio, su via Genuardi, è l’atrio che immette nel complesso.

Gli affreschi del transetto e dei pennacchi della cupola sono firmati Pietro Paolo Vasta, mentre la volta della navata centrale è stata affrescata da Giuseppe Sciuti.

Degna di nota la cappella dedicata alla copatrona di Acireale Santa Venera, il cui culto si riferisce al 1651.

Qui sono conservate le sue reliquie, mentre in una cappella attigua il fercolo d’argento in stile barocco.

Da segnalare,  la meridiana sul pavimento del transetto in direzione Nord – Sud, opera di Peters e Sartorius, autori anche di quella della chiesa di San Nicolò La Rena a Catania.

Ancora oggi, durante il solstizio d’estate, i raggi di sole toccano l’ estremità sud della meridiana.

Map